TORNA ALL'INDICE
Nani
I nani, al pari di umani ed elfi, sono una delle razze native nella Contea di Glencoe e sono noti per essere abili combattenti, minatori e artigiani della pietra e del metallo. Creature di una certa longevità - arrivano a toccare anche i 400 anni di età - fisicamente non superano mai il metro e mezzo di altezza e sono talmente massicci e compatti da pesare quasi quanto gli umani alti mezzo metro più di loro.

Tratti contraddistintivi: la pelle dei nani varia dal marrone scuro alle tonalità pallide venate di rosso, ma i pigmenti più comuni sono il marrone chiaro e la pelle scura e abbronzata, le stesse tonalità della terra. Portano i capelli lunghi ma acconciati con semplicità e la loro chioma in genere è nera, grigia o castana, anche se i nani più pallidi spesso hanno i capelli rossi. I nani maschi danno grande valore alle loro barbe e le coltivano con grande cura.

Carattere: ogni nano ha il suo carattere peculiare, ma alcuni tratti psicologici si presentano con una certa frequenza, in particolare l'atteggiamento burbero, l'inclinazione a serbare rancore anche per fatti accaduti a distanza di molto tempo, la testardaggine.

Lingue parlate: oltre alla lingua comune, i nani possono parlare, leggere e scrivere in Nanico. Questa lingua è piena di consonanti dure e suoni gutturali, e queste peculiarità si applicano a qualsiasi altra lingua il nano parli.

Bonus:
- Forza e robustezza superiori agli standard umani;
- Scurovisione. Un nano è abituato a vivere sottoterra e beneficia di una vista superiore nell'oscurità e nelle condizioni di luce fioca.
- Longevità.
- Percezione tellurica. Possono avvertire vibrazioni anche sottilissime del terreno.

Malus:
- Sono particolarmente lenti e non spiccano per destrezza, soprattutto in battaglia;
- Possono ammalarsi di alcune malattie specifiche di razza;
- Patiscono gli effetti del veleno e dell'acido, fino alla morte nei casi più gravi;
- Muoiono se esposti in maniera prolungata a temperature troppo elevate (fuoco) o troppo basse (ghiaccio);

Morte: i nani sono normalissime creature viventi. Possono morire a seguito di ferite letali, tanto di natura fisica quanto magica, avvelenamenti, malattie.

Resurgo: in caso di morte, l'anima del nano abbandona il corpo e vaga per i piani di esistenza fino alla resurgo.
© exlot | www.exlot.it | info@exlot.it