TORNA ALL'INDICE
Drow
I drow sono una diramazione sotterranea depravata e malvagia degli elfi. Piccoli di statura e magri, se paragonati ai cugini elfi, hanno una resistenza fisica maggiore dovuta agli anni trascorsi in grotte e caverne, dove costruiscono le proprie città nascoste e una complessa rete sociale chiamata underdark.

Tratti contraddistintivi: i drow presentano sempre una carnagione scura e capelli bianchi che tendono ad ingiallirsi o ad ingrigirsi con il trascorrere degli anni. Hanno orecchie a punta e iridi di colore rosso, per la maggiore, anche se qualche individuo può presentare occhi di colore verde, grigio, castano o nero. Decismente longevi, arrivano a toccare anche i 750 anni d'età.

Carattere: caratterialmente, i drow sono creature efferate e vendicative, inclini al raggiro e al sotterfugio. Nell'underdark, vivono in una complessa rete sociale a stampo matriarcale, rigidamente controllata e suddivisa in caste. Non sopportano la debolezza e sono spesso diffidenti e subdoli. Amano muoversi nell'ombra e dall'ombra costruire le loro trame sociali e politiche. Superbi e cinici, raramente provano sentimenti di carità ed altruismo. Piuttosto che procreare con altre razze, preferirebbero estinguersi, ma nel caso ciò succeda, la prole sarà di razza mezz'elfa. E' documentata l'esistenza di drow ribelli, rinnegati ed esiliati che non vivono più nell'underdark ma cercano di sopravvivere in superficie. Per lo più, trattasi di maschi.

Lingue parlate: come i cugini elfi, oltre alla lingua comune, i drow parlano regolarmente l'elfico e il drowish. Possono inoltre apprendere altre lingue tramite lo studio;

Bonus:
- Longevità.
- Scurovisione: sono in grado di vedere al buio.
- Udito particolarmente sviluppato, al pari di quello degli elfi.
- Controllo animale. Possono imporre la loro volontà su alcune creature dell'underdark quali ragni e topi.
- Percezione tellurica. Possono avvertire vibrazioni anche sottilissime del terreno.
- Non dormono, ma meditano in trance profonda per quattro ore al giorno.

Malus:
- Soffrono l'esposizione prolungata alla luce diretta del sole.
- L'udito finissimo soffre in caso di rumori particolarmente forti, fino a portare alla momentanea sordità o stordimento.
- Cecità a fonti di luce diretta: l'esposizione improvvisa alla luce diretta abbaglia il drow rendendolo momentaneamente cieco.
- Il fisico gracile non consente loro di indossare armature complete pesanti e scudi da guerra.

Morte: benché fortemente resistenti, i drow sono comunque creature viventi. Possono morire a seguito di ferite letali, tanto di natura fisica quanto magica, avvelenamenti, malattie.

Resurgo: in caso di morte, l'anima del drow abbandona il corpo e vaga per i piani di esistenza fino alla resurgo.
© exlot | www.exlot.it | info@exlot.it