TORNA ALL'INDICE
Il Ducato di eLot
Governo: Oligarchia (nobili)

Popolazione: 73'600

Razze: Tutte eccetto angeli, demoni, licantropi, ghoul, vampiri.
Religioni: Themis, Gaia, Tenebra.
Stato politico con Glencoe: Nemici (aperta ostilità).

Terra di origine del Conte Mordred, probabile obiettivo militare del Governo di Glencoe, si è scoperto essere mira espansionistica anche di Honorot e dell'Impero di Angravia. E' certo che tutti ne rivendicano potestà, chi per un motivo, chi per altri. Frammentato internamente e politicamente debole, il Ducato di eLot si è per ora retto in piedi grazie ad atti eroici di singoli uomini e donne privi di potere politico o grazie agli errori degli invasori. La disunione e le lotte intestine, rendono il ducato senza Duca, un luogo soggetto ad instabilità e fragilità, eppure sorprendentemente coriaceo agli assalti di Honorot ed Angravia, oltre a qualche scontro minore con Mot. Con due cittadelle, un borgo d'entroterra, uno sul mare ed un insediamento vicino ai monti nebbiosi, la realtà di questa nazione appare ogni giorno di più lontana dall'unione. Attualmente governata dai Conti Erik e Petrus, con un ritirato Thorm ed una assente Urania e le Baronie che stentano a prendere una posizione decisa, hanno già subito l'invasione dell'impero e a stento riescono a contenere le forze di Teofilatto II°.

CITTADELLA: città di medio-grandi dimensioni, provvista di quasi tutto e dotata di una enorme varietà di razze, ad esclusione di quelle prettamente negative. La cittadella è anche il luogo dal quale Thorm e Astarte sono stati esiliati con molti, molti seguaci a seguito di uno dei tanti complotti per il potere. Famosa per il suo belvedere, dove stanno cavalieri fedeli a Nemesh e il tempio, dove si affollano ordini fedeli a Themis.

VECCHIA CITTADELLA: Antica città sui cui sorgeva l'originale capitale del Ducato, a ridosso di un deserto e abbandonata per qualche anno a causa delle guerre contro Honorot, poi ripresa così come le terre desolate appena più a sud. Ancora in via di riparazione, nonostante gli anni passati, preserva la bellezza che aveva in origine. Famosa per le sue mura difficilmente valicabili.

ANTICO BORGO: E' un antico borgo che fu abbandonato durante il periodo di Governo del Conte Thorm, molto caro ai traditori nobili Erik il redivivo e sua Sorella Urania, adultera ex-moglie di Petrus e falsa somma sacerdotessa di Themis. Famoso per la presenza della Torre di Erik e per i magnifici campi di rose blu, dove miti narrano che il giovane Mordred e il giovane Utherpendragon, furono dati alla luce lo stesso giorno.

BORGO MARITTIMO: Borgo all'estremo sud del continente si affaccia sull'oceano caldo di quei luoghi. Di stampo quasi prettamente commerciale e porto maggiore del Ducato.


NORENGAARD: Per lo più una terra fredda tra le montagne nebbiose, il territorio ha un villaggio di barbari e sciamani, oltre ad un insediamento nanico con miniere di vario tipo ed accesso al sottosuolo. In oltre v'è la torre di maghi dediti alla luce. Per il resto non c'è niente di rilevante.

ESPERIA: un tempo territori di Nuova Mot, sono stati quasi rasi al suolo a seguito della guerra contro le forze di Themis e della cittadella. Ora non rimangono che rovine, un palazzo assegnato ad un barone minore ed un castello assegnato ad un ordine di stampo prettamente cavalleresco, senza inclinazioni religiose. Possiede un molo.
© exlot | www.exlot.it | info@exlot.it